Pane dei morti

Pane dei morti
  • 60 minuti
  • 8 persone
  • 180°
  • medio
  • facile
  • 760kcal/porzione

INGREDIENTI

  • 6 albumi (di uova medie)
  • 100ml di vino liquoroso
  • 100gr di amaretti
  • 120gr di mandorle
  • 50gr di cacao amaro
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 120gr di fichi secchi
  • 10gr di lievito per dolci
  • 100gr di biscotti secchi
  • 250gr di farina
  • 300gr di zucchero
  • 120gr di uvetta
  • 300gr di savoiardi

Il pan dei morti è un’antica ricetta legata alla ricorrenza dei defunti, originaria del milanese e diffusa in varie zone dell’Italia del Nord. Il pan dei morti, infatti, veniva preparato e mangiato per rendere omaggio alle persone care scomparse.
In realtà questo rito dell’offerta era già presente in tempi molto antichi: i Greci, ad esempio, offrivano un pane dei morti a Demetra, la Dea delle messi, per assicurarsi un buon raccolto. Ancora oggi, in molte zone d’Italia è una cosa comune mettere a tavola e servire, anche per le persone defunte, il pan dei morti. 
In Toscana, le ricorrenze dei morti e dei santi sono molto sentite: per questo motivo la produzione di questo dolce è molto intensa e di grande tradizione, tanto che si può affermare che il pan dei morti sia diventato anche un dolce tipico toscano. 
In ogni caso, al giorno d’oggi, forse per il suo nome un po’ lugubre, è uno dei dolci legati alla festa di Halloween, la notte delle streghe. 

PROCEDIMENTO

Per preparare il pan dei morti iniziate mettendo in ammollo le uvette in una ciotolina piena d’acqua, quindi ponete nella tazza di un mixer biscotti secchi, amaretti e savoiardi. Azionate l’apparecchio, riducete il tutto in briciole finissime e trasferite il composto in una terrina capiente.

Nello stesso mixer mettete ora le mandorle (in alternativa potete usare pinoli o nocciole) e riducetele in farina, quindi unitele ai biscotti tritati. Ora passate anche i fichi secchi nel mixer e aggiugeteli nella terrina. Unite a questi ingredienti lo zucchero semolato, la farina, il cacao, un pizzico di noce moscata e la cannella. 

A questo punto scolate e strizzate per bene l’uvetta e unitela al composto, aggiungete il lievito 10, il vin santo a filo e gli albumi.

Cominciate ad amalgamare tutti gli ingredienti con le mani e, quando il composto sarà sufficientemente compatto, trasferitelo su una spianatoia infarinata e lavoratelo con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo e abbastanza consistente. Formate un panetto e dividetelo a fette da 90-100 gr l’una.

Modellate i vari pezzi in modo da conferire loro una forma piuttosto bassa (1 cm) e affusolata, della lunghezza di circa 12 -15 cm e della larghezza di 5-6 cm. Ricoprite una leccarda o una teglia con della carta da forno e sistemateci i vostri pan dei morti,  distanziandoli di qualche cm l’uno dall’altro. 

Fate cuocere i biscotti in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti, quindi sfornateli, spolverizzate con lo zucchero a velo e lasciateli raffreddare 18. Servite il pan dei morti solo dopo averlo lasciato riposare per almeno due giorni.

 

Classicone del 1 novembre, il pan dei morti chiama il vin santo e, se vi piacciono i canditi, un’aggiunta di scorza d’arancia o cedro candito: vere chicche invernali!

Al posto delle mandorle potete usare pinoli o nocciole nelle stesse dosi!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.